Skip to main content

In breve

L’artroplastica è una procedura chirurgica che mira a ripristinare la funzionalità e l’estetica dell’articolazione della mano mediante la sostituzione o la riparazione delle superfici articolari danneggiate. Questo tipo di intervento può essere eseguito su diverse articolazioni della mano, tra cui polso, dita e pollice, al fine di alleviare il dolore, ripristinare la mobilità e migliorare la qualità della vita del paziente.


Vai alla Sezione

Artroplastica

Descrizione

L’artroplastica è una procedura chirurgica che mira a ripristinare la funzionalità e l’estetica dell’articolazione della mano mediante la sostituzione o la riparazione delle superfici articolari danneggiate. Questo tipo di intervento può essere eseguito su diverse articolazioni della mano, tra cui polso, dita e pollice, al fine di alleviare il dolore, ripristinare la mobilità e migliorare la qualità della vita del paziente.

Sintomi

L’artroplastica viene considerata quando il paziente presenta sintomi come dolore persistente nell’articolazione, limitazione della mobilità, rigidità, deformità o instabilità articolare.
Questi sintomi possono essere causati da traumi, malattie degenerative come l’artrosi, condizioni infiammatorie o altre patologie che danneggiano le superfici articolari.

Diagnosi

La diagnosi delle condizioni che richiedono l’artroplastica viene effettuata da un chirurgo specializzato attraverso un’analisi approfondita della storia medica del paziente, un esame fisico dettagliato e l’interpretazione di immagini diagnostiche come radiografie, risonanza magnetica o tomografia computerizzata. La diagnosi accurata è fondamentale per determinare l’idoneità del paziente all’intervento e per pianificare il trattamento più appropriato.

Cure

La chirurgia di artroplastica può coinvolgere diverse tecniche e approcci a seconda dell’articolazione coinvolta e della gravità della condizione. Le opzioni di trattamento includono la riparazione o la ricostruzione delle superfici articolari, la sostituzione parziale o totale dell’articolazione con protesi articolari, la fusione articolare per stabilizzare l’articolazione o la rimozione di ossa o tessuti danneggiati.

Dopo l’intervento chirurgico, il paziente richiede un periodo di riabilitazione guidato da un terapista specializzato. La riabilitazione può includere esercizi per ripristinare la forza, la mobilità e la funzionalità dell’articolazione, nonché la gestione del dolore e il controllo del gonfiore. La durata e l’intensità della riabilitazione dipenderanno dalla procedura specifica e dalle esigenze del paziente.

È fondamentale rivolgersi a un chirurgo esperto per ottenere una valutazione precisa e una dettagliata analisi delle possibili soluzioni terapeutiche disponibili.
L’artroplastica della mano rappresenta un trattamento che può apportare significativi vantaggi ai pazienti affetti da disturbi articolari, contribuendo al miglioramento della loro qualità di vita e al ripristino della funzionalità dell’arto superiore.