Skip to main content

IRCCS MULTIMEDICA


Gruppo MultiMedica

I.R.C.C.S. MultiMedica NEUROFISIOPATOLOGIA

RESPONSABILE: Dr.ssa Carla Fornara

Il servizio di Neurofisiologia si propone di indagare tramite esami strumentali il funzionamento del sistema nervoso centrale, del sistema nervoso periferico e dell’apparato muscolare

Alla Neurofisiologia è collegato inoltre un Ambulatorio di Neurologia.

Tramite i monitoraggi EEG i neurofisiologi affiancano i chirurghi vascolari e i cardiochirurghi in alcuni complessi interventi in sala operatoria.

La neurofisiologia dell’IRCCS MultiMedica di Sesto è costituito da 3 medici e 2 tecnici di neurofisiopatologia. Ciascun medico si dedica in particolare ad una branca specifica della neurofisiologia.

Presso il Servizio è possibile eseguire:

  • EEG (elettroencefalogramma);
  • EEG dopo privazione di sonno;
  • elettromiografia;
  • elettroneurografia
  • elettromiografia a stimolazione ripetitiva;
  • elettromiografia del piano perineale (nervo pudendo);
  • potenziali evocati acustici,
  • potenziali visivi;
  • potenziali somatosensoriali;
  • potenziale somatosensoriale al piano perineale;
  • potenziali evento-correlati;
  • polisonnografia:
  • polisonnofrafia con EEG.
ECCELLENZE

La Neurofisiologia dell’IRCCS MultiMedica di Sesto San Giovanni in particolare si occupa di indagare nell’ambito delle patologie che determinano dolore pelvico la funzionalità del n pudendo tramite EMG e Potenziali somatosensoriali del pavimento pelvico.

Sempre in Neurofisiologia attraverso lo studio dei potenziali evocati evento correlati meglio noti come potenziali cognitivi. vengono indagati pazienti che presentano più o meno gravi deficit attentivi mnesici cognitivi nelle patologie vascolo degenerative.

Come abbiamo segnalato presso il servizio di neurofisiologia si ci si occupa di polisonnografia in diretta connessione con l’ambulatorio per i disturbi del sonno.

Il servizio è dotato di polisonnigrafi piccoli apparecchi portatili. Il polisonnigrafo viene montato dai nostri tecnici di neurofisiopatologia nei nostri ambulatori e registra il sonno notturno del paziente presso il proprio domicilio. Il medico esaminerà poi tutti i parametri necessari ad una diagnosi con successiva impostazione della terapia.

Il centro è abilitato alla prescrizione di ventilatori notturni (CPAP, BiPAP e autoSV) e permette un follow-up periodico tramite i nostri software per la visualizzazione dei dati del respiratore (anche in telemedicina).

Forniamo inoltre la certificazione per i pazienti affetti da OSAS che debbano rinnovare la patente.

ATTIVITÀ
EEG

L’EEG è un esame non invasivo valuta l’organizzazione dell’attività elettrica cerebrale scoprendo anomalie di ritmo tipiche del l’epilessia in tutte le sue forme o di alterazioni dell’attività di base legata a lesioni della corteccia encefalica

I POTENZIALI EVOCATI somatosensoriale (PESS) vengono utilizzati per valutare la conduzione nervosa delle vie sensoriali spesso rallentata o interrotta in patologie del sistema nervoso quali malattie infiammatorie, demielinizzanti traumatiche e lesive sia a localizzazione encefalica che midollare.

I POTENZIALI EVOCATI VISIVI: valutano la funzione del n ottico che può essere alterato come nel capitolo sopra in numerose malattie del sistema nervoso centrale.

I POTENZIALI EVOCATI ACUSTICI (PEA) sono un test neurologico che valuta la funzionalità del tronco cerebrale in risposta a stimoli uditivi. Sono utilizzati nelle patologie del Sistema Nervoso centrale

In particolare i POTENZIALI COGNITIVI aiutano a valutare il tempo necessario da parte del cervello a terminare un compito cognitivo mnesico complesso: l’aumento della latenza nella conduzione è indice di rallentamento cognitivo di riduzione di attenzione e concentrazione tipico delle malattie degenerative encefaliche che portano alla demenza

ELETTROMIOGRAFIA

L’ELETTROMIOGRAFIA (EMG) permette di studiare le strutture neuro-muscolari sia del capo, del tronco e soprattutto i 4 arti Viene utilizzata per la diagnosi di varie patologie:

  • nelle neuropatie periferiche (diabetiche, metaboliche, post-infettive, tossiche disimmuni infiammatorie acute e croniche
  • nel dolore e nelle disfunzioni nervose a sede urogenitale
  • nelle sindromi compressive nervose, la più nota delle quali è la Sindrome del Tunnel Carpale
  • nelle radicolopatie ( cervicobrachialgia lombosciatalgia)
  • nelle lesioni traumatiche dei tronchi nervosi e dei plessi
  • nelle malattie muscolari (miopatie) ereditarie o acquisite;
  • nelle patologie della placca neuromuscolare (miastenia);
  • nelle malattie neurodegenerative del Sistema Nervoso come la (SLA);
POLISONNOGRAFIA

È inoltre possibile studiare tutte le alterazioni del sonno attraverso l’esecuzione di polisonnografie con o senza monitoraggio EEG per la diagnosi di disturbi di interesse come per esempio insonnia, ipersonnia, narcolessia, epilessia notturna, sindrome delle gambe senza riposo, movimenti periodici degli arti, parasonnie REM e NREM (sonnambulismo, disturbo dell’alimentazione in sonno, Rem Behavior Sleep disorders o RBD) oppure disturbi respiratori notturni, sindrome delle apnee ostruttive (OSAS), centrali (CSA), sindrome da obesità-ipoventilazione (OHS), Respiro di Cheyene-Stokes (CSR).

EQUIPE

Responsabile: Dr.ssa Carla Fornara

Aiuti

Dr.ssa Maria Di Costanzo – consulente EMG