Skip to main content

In breve

Le cisti artrogene delle dita, anche conosciute come cisti gangliari, sono formazioni cistiche piene di liquido che si sviluppano nei tessuti vicino alle articolazioni delle dita. Queste cisti possono derivare da una degenerazione o da una rottura di un legamento o di una capsula articolare, che permette al liquido sinoviale di fuoriuscire e accumularsi formando la cisti.


Vai alla Sezione

Cisti Artrogene delle Dita

Descrizione

Le cisti artrogene delle dita, anche conosciute come cisti gangliari, sono formazioni cistiche piene di liquido che si sviluppano nei tessuti vicino alle articolazioni delle dita. Queste cisti possono derivare da una degenerazione o da una rottura di un legamento o di una capsula articolare, che permette al liquido sinoviale di fuoriuscire e accumularsi formando la cisti.

Sintomi

I sintomi delle cisti artrogene delle dita possono variare, ma comunemente includono la presenza di una massa o di un rigonfiamento visibile o palpabile nelle vicinanze dell’articolazione. La cisti può essere dolente o sensibile al tatto. In alcuni casi, la cisti può causare una sensazione di pressione o di tensione intorno all’articolazione. La dimensione e la gravità dei sintomi possono variare da persona a persona.

Diagnosi

La diagnosi delle cisti artrogene delle dita viene solitamente effettuata da un medico specializzato in chirurgia della mano. Durante l’esame, il medico valuterà la mano e le dita, verificando la presenza di una massa o di un rigonfiamento e valutando eventuali sintomi associati. Potrebbe essere richiesto l’esame diagnostico di imaging, come una radiografia o una risonanza magnetica, per confermare la presenza della cisti e valutare l’estensione del danno nell’articolazione.

Cure

Il trattamento delle cisti artrogene delle dita dipende dalla gravità dei sintomi e dall’impatto funzionale che causano. Le opzioni di cura possono includere:

  1. Osservazione: Se la cisti è piccola, non causa sintomi significativi o non interferisce con la funzionalità della mano, può essere consigliata un’osservazione periodica senza interventi specifici.
  2. Aspirazione: In alcuni casi, la cisti può essere aspirata mediante un ago per rimuovere il liquido all’interno e ridurre la sua dimensione. Tuttavia, questa procedura può comportare un rischio di recidiva della cisti.
  3. Chirurgia: Nei casi più gravi o se la cisti causa sintomi persistenti o limita la funzionalità della mano, può essere consigliata la chirurgia. Durante l’intervento, il chirurgo rimuoverà la cisti e riparerà eventuali danni ai tessuti circostanti, come legamenti o capsule articolari.
  4. Terapia postoperatoria: Dopo la chirurgia, può essere consigliata la terapia fisica per ripristinare la forza e la mobilità della mano. Gli esercizi specifici possono essere prescritti per favorire il recupero e prevenire la recidiva della cisti.

È importante consultare un medico specialista per una valutazione precisa e una pianificazione del trattamento più appropriato per le cisti artrogene delle dita.