Skip to main content

In breve

La clinodattilia è una malformazione congenita caratterizzata da una curvatura anomala di una o più dita delle mani o dei piedi. In questa condizione, le dita possono essere piegate verso l’interno o verso l’esterno rispetto all’asse normale. La clinodattilia può interessare una o entrambe le mani o i piedi, e può coinvolgere diverse dita. La deformità può variare in gravità, da una curvatura lieve a una più evidente. La clinodattilia può essere isolata, senza altre malformazioni, o può essere associata a condizioni genetiche o sindromi.


Vai alla Sezione

Clinodattilia

Descrizione

La clinodattilia è una malformazione congenita caratterizzata da una curvatura anomala di una o più dita delle mani o dei piedi. In questa condizione, le dita possono essere piegate verso l’interno o verso l’esterno rispetto all’asse normale. La clinodattilia può interessare una o entrambe le mani o i piedi, e può coinvolgere diverse dita. La deformità può variare in gravità, da una curvatura lieve a una più evidente. La clinodattilia può essere isolata, senza altre malformazioni, o può essere associata a condizioni genetiche o sindromi.

Sintomi

I sintomi principali della clinodattilia sono rappresentati dalla curvatura anomala delle dita interessate. La curvatura può essere visibile e può variare da lieve a grave. La gravità della deformità può influenzare la funzionalità della mano o del piede interessato. Nei casi più gravi, la clinodattilia può causare difficoltà nel movimento delle dita, limitando la presa o l’uso delle mani o dei piedi. Tuttavia, la gravità dei sintomi può variare a seconda del grado di curvatura e dell’eventuale coinvolgimento di altre strutture.

Diagnosi

La diagnosi di clinodattilia viene effettuata attraverso un esame obiettivo completo del paziente. Durante l’esame, il medico valuterà l’aspetto e la forma delle dita, cercando segni di curvatura. L’esame può essere sufficiente per una diagnosi preliminare. In alcuni casi, possono essere eseguiti esami di imaging come radiografie o risonanze magnetiche per valutare l’anatomia delle dita e delle ossa coinvolte. Questi esami possono aiutare a determinare la gravità della curvatura e a escludere altre malformazioni o anomalie.

Cure

Il trattamento della clinodattilia dipende dalla gravità della curvatura e dalle esigenze individuali del paziente. Nei casi di clinodattilia lieve o asintomatica, potrebbe non essere necessario alcun trattamento. In questi casi, è importante monitorare periodicamente il paziente per valutare eventuali cambiamenti nel tempo.

Nei casi di clinodattilia che causano sintomi significativi o limitano la funzionalità, può essere presa in considerazione un intervento chirurgico correttivo. L’obiettivo dell’intervento è correggere la curvatura delle dita per migliorare la funzionalità e l’estetica. Durante l’intervento, il chirurgo può eseguire una serie di procedure, come l’osteotomia (taglio dell’osso) o la correzione dei legamenti e dei tessuti molli. La scelta dell’intervento dipenderà dalla gravità della curvatura e dalle necessità del paziente.

È importante consultare un medico specialista, come un chirurgo della mano, per una valutazione completa e per determinare il piano di trattamento più appropriato nel caso specifico della clinodattilia.