Skip to main content

In breve

Le fratture della mano sono lesioni ossee che coinvolgono le ossa della mano, inclusi le ossa metacarpali e le falangi delle dita.


Vai alla Sezione

Fratture della Mano

Descrizione

Le fratture della mano sono lesioni ossee che coinvolgono le ossa della mano, inclusi le ossa metacarpali e le falangi delle dita. Queste fratture possono essere causate da traumi diretti, come cadute o colpi, o da uno sforzo eccessivo durante l’attività fisica. La mano è una parte essenziale del corpo umano e la sua funzionalità può essere compromessa da una frattura. Pertanto, una diagnosi e un trattamento tempestivi sono fondamentali per ripristinare la piena capacità di movimento e prevenire complicazioni a lungo termine.

Sintomi

I sintomi di una frattura della mano possono variare a seconda della gravità e della posizione della frattura. Tra i sintomi comuni vi sono il dolore intenso nella zona colpita, l’edema, l’ecchimosi e la difficoltà o l’impossibilità di muovere la mano o le dita normalmente. In alcuni casi, si possono notare deformità evidenti o una sensazione di scricchiolio all’interno della mano. È importante notare che alcuni tipi di fratture possono causare danni ai tessuti molli circostanti, come i tendini, i nervi o i vasi sanguigni, aumentando ulteriormente i sintomi e la gravità della lesione.

Diagnosi

La diagnosi delle fratture della mano viene solitamente effettuata da un medico specialista, come un ortopedico o un chirurgo della mano. Durante la visita medica, il professionista prenderà una storia completa dell’infortunio e dei sintomi presentati, oltre a eseguire un esame fisico accurato. Potrebbe essere richiesto un esame radiografico, come una radiografia o una radiografia con proiezione obliqua, per confermare la presenza di una frattura e valutarne l’estensione. In alcuni casi, potrebbero essere necessari esami di imaging più avanzati, come la tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica (RM), per ottenere una visione più dettagliata delle lesioni.

Cure

Il trattamento delle fratture della mano dipende dalla gravità e dalla tipologia della lesione. Nei casi più semplici, come le fratture non scomposte o le fratture scomposte stabili, può essere sufficiente un trattamento conservativo. Questo può includere l’immobilizzazione della mano con una stecca o un tutore per consentire la guarigione delle ossa. Nei casi più complessi, come le fratture scomposte o quelle che coinvolgono le articolazioni, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per riposizionare e fissare correttamente le ossa danneggiate. Durante l’intervento, vengono utilizzati dispositivi di fissazione interna, come placche, viti o fili metallici, per mantenere le ossa in posizione fino a quando non si sono completamente riparate.

La riabilitazione è un aspetto importante nella cura delle fratture della mano. Dopo la fase di guarigione iniziale, un terapista occupazionale o un fisioterapista può lavorare con il paziente per ripristinare la forza, la flessibilità e la funzionalità della mano e delle dita. Gli esercizi di stretching, la terapia manuale e l’utilizzo di dispositivi di assistenza possono essere parte integrante del processo di riabilitazione.

In conclusione, le fratture della mano possono influire negativamente sulla qualità di vita e sulla funzionalità del paziente. La diagnosi precoce e un adeguato trattamento sono fondamentali per un recupero ottimale. Consultare tempestivamente un medico in caso di sospetta frattura della mano può prevenire complicazioni a lungo termine e favorire una rapida ripresa delle normali attività quotidiane.