Skip to main content

In breve

Le lesioni tendinee della mano si riferiscono a danni o rotture dei tendini che si trovano nella mano e nei polsi. I tendini sono tessuti fibrosi che collegano i muscoli alle ossa e sono responsabili del movimento delle dita e del polso. Le lesioni tendinee possono essere causate da traumi, forze eccessive, movimenti bruschi o ripetitivi, nonché da condizioni come l’artrite.


Vai alla Sezione

Lesioni Tendinee

Descrizione

Le lesioni tendinee della mano si riferiscono a danni o rotture dei tendini che si trovano nella mano e nei polsi. I tendini sono tessuti fibrosi che collegano i muscoli alle ossa e sono responsabili del movimento delle dita e del polso. Le lesioni tendinee possono essere causate da traumi, forze eccessive, movimenti bruschi o ripetitivi, nonché da condizioni come l’artrite.

Sintomi

I sintomi delle lesioni tendinee della mano possono includere dolore, gonfiore, debolezza o difficoltà nel movimento delle dita o del polso colpiti. In caso di rottura completa del tendine, si può verificare una perdita significativa di forza o la completa incapacità di muovere la parte interessata. Alcune persone possono avvertire un suono o una sensazione di “scatto” al momento dell’infortunio. I sintomi possono variare a seconda della gravità della lesione e dell’area interessata.

Diagnosi

La diagnosi delle lesioni tendinee della mano viene solitamente effettuata da un medico specializzato in chirurgia della mano. Durante la valutazione, il medico raccoglierà la storia clinica del paziente, esaminerà la mano e il polso colpiti e potrebbe richiedere ulteriori test diagnostici, come radiografie, ecografie muscolo-tendinee o risonanza magnetica (RM). Questi esami aiutano a valutare l’estensione del danno ai tendini e a determinare il piano di trattamento appropriato.

Cure

La cura delle lesioni tendinee della mano dipende dalla gravità della lesione e dalla sua localizzazione. Le opzioni di trattamento possono includere:

  1. Immobilizzazione: In alcuni casi, viene consigliata l’immobilizzazione della mano o del polso attraverso tutori, steccature o gessi per favorire la guarigione dei tendini danneggiati.
  2. Terapia fisica: La terapia fisica può essere prescritta per aiutare a ripristinare la forza, la flessibilità e la mobilità della mano. Gli esercizi specifici mirano a rafforzare i muscoli e a ripristinare il movimento delle dita e del polso.
  3. Chirurgia: Nei casi più gravi, soprattutto se il tendine è completamente rotto, può essere necessaria la chirurgia per riparare o ricostruire il tendine danneggiato. La chirurgia può richiedere la sutura del tendine, la ricostruzione con l’utilizzo di innesti o l’utilizzo di tecniche di sutura avanzate.
  4. Riabilitazione post-operatoria: Dopo la chirurgia, la riabilitazione è essenziale per ripristinare la funzionalità completa della mano. Un fisioterapista specializzato lavorerà con il paziente per guidarlo attraverso un programma di esercizi, mobilizzazione e terapia manuale per aiutare nella guarigione e nella ripresa.

Rivolgersi a un esperto medico specializzato è fondamentale per ottenere una valutazione accurata e una terapia adeguata per le lesioni ai tendini della mano. Un intervento tempestivo e appropriato può contribuire al ripristino della funzionalità della mano e all’incremento della qualità della vita del paziente.