Skip to main content

In breve

Il morbo di Dupuytren è una patologia cronica della mano che coinvolge la fascia palmaris, un tessuto connettivo situato nella parte inferiore della mano. Questa condizione provoca una progressiva contrazione e retrazione dei tessuti nella mano, in particolare nel palmo e nelle dita. Il morbo di Dupuytren può causare la formazione di noduli e cordoni fibrosi che tirano le dita verso il palmo, limitando la loro estensione completa.


Vai alla Sezione

Morbo di Dupuytren

Descrizione

Il morbo di Dupuytren è una patologia cronica della mano che coinvolge la fascia palmaris, un tessuto connettivo situato nella parte inferiore della mano. Questa condizione provoca una progressiva contrazione e retrazione dei tessuti nella mano, in particolare nel palmo e nelle dita. Il morbo di Dupuytren può causare la formazione di noduli e cordoni fibrosi che tirano le dita verso il palmo, limitando la loro estensione completa.

Sintomi

I sintomi del morbo di Dupuytren possono includere la comparsa di noduli o rigonfiamenti nella zona palmare della mano, specialmente nel palmo. Con il tempo, questi noduli possono trasformarsi in cordoni fibrosi che possono causare la flessione delle dita, in particolare del quarto e del quinto dito. Le dita possono gradualmente diventare incurvate o piegate, rendendo difficile l’estensione completa delle stesse. Nei casi più gravi, la contrazione delle dita può limitare la funzionalità della mano.

Diagnosi

La diagnosi del morbo di Dupuytren viene solitamente effettuata da un medico specializzato in chirurgia della mano. Durante la valutazione, il medico esaminerà attentamente la mano e le dita alla ricerca di noduli, cordoni fibrosi o deformità delle dita. Non sono generalmente richiesti esami diagnostici aggiuntivi, ma in alcuni casi può essere eseguita un’ecografia per valutare l’estensione del coinvolgimento dei tessuti nella mano.

Cure

Il trattamento del morbo di Dupuytren dipende dalla gravità dei sintomi e dalla limitazione funzionale che causano. Le opzioni di cura possono includere:

  1. Monitoraggio: In alcuni casi, il morbo di Dupuytren può essere asintomatico o causare solo lievi disturbi. In queste situazioni, può essere sufficiente monitorare la progressione della malattia senza interventi specifici.
  2. Iniezioni di collagenasi: Iniettare enzimi chiamati collageneasi nei cordoni fibrosi può aiutare a rompere le aderenze e migliorare la flessibilità delle dita con un recupero veloce della funzionalità.
  3. Chirurgia: Nei casi più avanzati o se la contrattura delle dita è significativa, può essere consigliata la chirurgia. Durante l’intervento, il chirurgo rimuoverà i noduli e i cordoni fibrosi per ripristinare la corretta estensione delle dita. In alcuni casi, può essere necessario eseguire una ricostruzione o un innesto di tessuto per riparare i tessuti danneggiati.
  4. Terapia postoperatoria: Dopo la chirurgia, può essere consigliata la terapia fisica per aiutare a ripristinare la forza e la funzionalità della mano. Gli esercizi specifici possono essere prescritti per migliorare la mobilità e il recupero post-operatorio.

È importante consultare un medico specialista per una valutazione accurata e una pianificazione del trattamento adatto alle specifiche esigenze del paziente. Il morbo di Dupuytren è una patologia cronica, quindi la riabilitazione e il follow-up possono essere necessari per gestire la sua progressione nel tempo.