Skip to main content

In breve

La rizoartrosi, nota anche come osteoartrosi carpometacarpale del primo raggio, è una condizione degenerativa che colpisce l’articolazione tra il primo metacarpale e il carpo. Questa patologia comune può causare dolore e limitazioni funzionali significative, influenzando la qualità della vita delle persone colpite. Di seguito, esploreremo la descrizione della rizoartrosi, i sintomi associati, i metodi di diagnosi e le possibili cure.


Vai alla Sezione

Rizoartrosi

Descrizione

La rizoartrosi è caratterizzata dalla degenerazione delle cartilagini dell’articolazione carpometacarpale del pollice. Questa articolazione è essenziale per il movimento del pollice e consente una vasta gamma di movimenti, tra cui la pinza e la presa. Nel corso del tempo, l’usura della cartilagine causa una riduzione dello spazio articolare, rendendo le superfici ossee meno lisce e provocando infiammazione dell’articolazione. La rizoartrosi colpisce principalmente le persone di età superiore ai 40 anni e può essere causata da fattori genetici, traumi o sovraccarico ripetitivo dell’articolazione.

Sintomi

I sintomi della rizoartrosi includono dolore, gonfiore e rigidità nella base del pollice. Inizialmente, il dolore può manifestarsi solo durante l’uso del pollice, come afferrare oggetti o girare chiavi. Con il progredire della patologia, il dolore può diventare persistente e influenzare le attività quotidiane. Altri sintomi possono includere deformità dell’articolazione, perdita di forza nella presa e una sensazione di scricchiolio o crepitio durante il movimento. La rizoartrosi può anche causare difficoltà nel compiere gesti precisi come l’uso di posate o la scrittura.

Diagnosi

La diagnosi della rizoartrosi coinvolge una valutazione medica completa, che include la storia clinica del paziente e un esame obiettivo dell’articolazione colpita. Durante l’esame, il medico può cercare segni di dolore, gonfiore, deformità o limitazioni del movimento. Potrebbe anche essere richiesto un esame radiografico per visualizzare le alterazioni ossee, la riduzione dello spazio articolare e la presenza di osteofiti, ossia delle protrusioni ossee tipiche della patologia. In alcuni casi, potrebbe essere necessaria una consulenza specialistica per confermare la diagnosi e valutare le opzioni di trattamento.

Cure

Sebbene la rizoartrosi non possa essere completamente guarita, esistono diverse opzioni di trattamento per gestire i sintomi e migliorare la funzionalità dell’articolazione. Inizialmente, vengono solitamente raccomandati trattamenti conservativi, come il riposo, la terapia fisica, gli esercizi di rafforzamento muscolare, l’utilizzo di tutori o ortesi per immobilizzare l’articolazione e la terapia farmacologica.