Skip to main content

In breve

Il polso è una delle parti più importanti del nostro corpo, consentendoci di svolgere una vasta gamma di movimenti e attività quotidiane. Tuttavia, ci sono diverse condizioni che possono colpire questa regione, tra cui la patologia SLAC (Scapho-Lunate Advanced Collapse).
Di seguito, esploreremo la descrizione della patologia, i suoi sintomi, la diagnosi e le opzioni di cura disponibili per affrontare questa condizione debilitante.


Vai alla Sezione

SLAC (SCAPHO-LUNATE ADVANCED COLLAPSE)

Descrizione

Il polso è una delle parti più importanti del nostro corpo, consentendoci di svolgere una vasta gamma di movimenti e attività quotidiane. Tuttavia, ci sono diverse condizioni che possono colpire questa regione, tra cui la patologia SLAC (Scapho-Lunate Advanced Collapse).
Di seguito, esploreremo la descrizione della patologia, i suoi sintomi, la diagnosi e le opzioni di cura disponibili per affrontare questa condizione debilitante.

La SLAC è una forma progressiva di degenerazione articolare che colpisce il polso.
In particolare, coinvolge lo scafoide e il semilunare, due ossa situate nel carpo.
In condizioni normali, queste ossa si muovono in armonia, consentendo al polso di flettere e estendere senza problemi. Tuttavia, nella SLAC, la cartilagine che riveste le ossa si deteriora nel tempo, portando a una perdita di spazio e causando un collasso dell’articolazione.

Sintomi

I sintomi della SLAC possono variare da lievi a gravi e possono peggiorare nel corso del tempo.
I pazienti possono sperimentare dolore, gonfiore e rigidità al polso. La perdita di mobilità e forza può limitare le attività quotidiane come la presa di oggetti o la rotazione del polso. Alcuni pazienti possono notare un “scrocchiare” o una sensazione di blocco nell’articolazione durante i movimenti.

Diagnosi

La diagnosi della SLAC richiede una combinazione di esame obiettivo, anamnesi del paziente e immagini diagnostiche. Il medico può esaminare il polso per valutare il l’escursione articolare o range di movimento, la stabilità del polso e la presenza di dolore. Le radiografie possono essere utilizzate per rilevare eventuali cambiamenti nella struttura ossea e cartilaginea, come uno spazio articolare ridotto o segni di deterioramento dell’articolazione.

Una volta diagnosticata la SLAC, sono disponibili diverse opzioni di cura per gestire la condizione. Inizialmente, possono essere consigliati trattamenti non chirurgici come farmaci anti-infiammatori, riposo, immobilizzazione temporanea o terapia fisica per ridurre il dolore e migliorare la funzionalità del polso. La terapia occupazionale può essere utile per adattare le attività quotidiane e garantire una presa adeguata.

Tuttavia, in casi più avanzati o quando i trattamenti conservativi non sono efficaci, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. La procedura chirurgica può coinvolgere la rimozione delle ossa danneggiate, la fusione delle ossa adiacenti o la sostituzione dell’articolazione con una protesi. Il tipo di intervento chirurgico dipenderà dalla gravità della condizione e dalle esigenze individuali del paziente.

Dopo l’intervento chirurgico, sarà necessario seguire un periodo di riabilitazione guidata da un terapista occupazionale o fisioterapista.