Skip to main content
Blog – Gruppo MultiMedica

Come eliminare il tartaro dai denti? Evita i rimedi fatti in casa

Hai notato un deposito di colore giallo o marrone sui denti, in particolare a ridosso delle gengive? Potrebbe essere tartaro dentale. Questa sostanza dura e difficile da rimuovere si forma quando la placca dentale, pellicola trasparente che ricopre i denti e cattura i batteri presenti in bocca, non viene rimossa correttamente con la quotidiana igiene orale.

La placca dentale si calcifica e indurisce nel tartaro quando viene a contatto con la saliva, divenendo una sostanza dura e gialla. Oltre ad essere un fattore antiestetico, il tartaro può mettere a rischio la salute generale della bocca e causare malattia orali, come la gengivite. Per questa ragione è importante rimuoverlo con l’aiuto del dentista.

Una corretta igiene orale

Il tartaro è una sostanza che deve essere rimossa periodicamente dal dentista con la pulizia professionale per non compromettere la salute della bocca. La superficie ruvida di questa sostanza, trattiene infatti residui di cibo e batteri presenti nel cavo orale che possono portare all’insorgenza di differenti patologie orali piuttosto fastidiose come:

  • Alito cattivo
  • Carie dentale
  • Infiammazione delle gengive

Queste patologie, seppur innocue ad un primo sguardo inesperto, non devono essere sottovalutate e curate immediatamente prima che si aggravino. In particolare, l’infiammazione delle gengive deve essere trattata con l’aiuto del dentista. Questa condizione si presenta con arrossamento e perdita di sangue durante lo spazzolamento dei denti e se non curata può causare la retrazione delle gengive e la perdita del dente.

Bisogna sempre seguire i consigli dell’igienista dentale e non sottovalutare l’importanza di una corretta igiene domiciliare.

Pulizia dei denti

Se il dentista non riscontra la presenza di malattie orali che devono essere trattate preventivamente, può procedere con la pulizia dei denti professionale. Questo trattamento permette di rimuovere in profondità residui di placca batterica, tartaro e macchie superficiali dai denti. Questa procedura può essere svolta con diversi strumenti odontoiatrici, manuali e meccanici, e termina con la lucidatura del dente tramite una pasta al fluoro.

L’igienista dentale consiglia la pulizia dei denti ogni sei mesi circa.

Rimedi naturali: purtroppo non ce ne sono!

Ricordati che non è possibile rimuovere il tartaro con rimedi naturali o fatti in casa. Questo lavoro deve essere sempre condotto da un esperto per evitare di rovinare la dentatura e di compromettere lo smalto dei denti.

Per ulteriori consigli o prenotare la tua pulizia dei denti consulta i dentisti del Dental Center San Giuseppe.

Potrebbe interessarti