Skip to main content

Dove Siamo

Ospedale San Giuseppe
Via San Vittore 12, Milano


Per informazioni


  • Pavimento Pelvico e gravidanza: esercizi e riabilitazione

    Che cos’è il pavimento pelvico?

    Spesso sconosciuto e sottovalutato, il pavimento pelvico è una regione muscolare di grande importanza per il benessere e la salute della donna. Posto alla base della cavità addominale, è l’insieme dei muscoli che sorregge gli organi pelvici, tra cui la vescica, l’utero, la vagina e il retto. Oltre a mantenere la statica pelvica, questa struttura muscolare detiene anche un ruolo fondamentale nella continenza e nella sfera sessuale.

    Nel corso della propria vita, ogni donna può attraversare dei momenti delicati in grado di causare una disfunzione del pavimento pelvico come: la gravidanza, la menopausa, eventuali interventi chirurgici che coinvolgono le pelvi, persino la tosse cronica, ecc. La criticità che ne consegue può essere rappresentata da sintomi fastidiosi quali l’incontinenza, la ridotta sensibilità propriocettiva e il dolore genitale avvertito durante i rapporti sessuali (dispareunia).

    Pavimento pelvico e gravidanza

    Durante la gravidanza il pavimento pelvico viene messo a dura prova. Il cambiamento ormonale, l’aumento delle dimensioni dell’utero, il peso del nascituro, il cambio del baricentro della colonna in seguito allo stato di gravidanza, sono alcuni cambiamenti che possono indebolirne lo stato muscolare, causandone una disfunzione.
    Prendersi cura del proprio pavimento pelvico favorisce la ripresa dal parto e aiuta a migliorare l’eventuale sintomatologia presentata in precedenza.

    Per mantenere lo stato di salute di questa struttura muscolare, si raccomanda a tutte le donne in gravidanza di eseguire una valutazione del pavimento pelvico, intorno alla 30-31ma settimana. L’esame è utile al professionista per valutare il benessere del pavimento pelvico e consigliare l’esecuzione di esercizi perineali mirati ad apprendere la propriocezione e il rinforzo della stessa struttura muscolare.

    L’attenzione al perineo in gravidanza prevede, oltre agli esercizi di rinforzo, l’associazione del massaggio perineale, consigliato dopo la 34-35ma settimana di gravidanza, al fine di favorire il rilassamento e il miglioramento dell’elasticità muscolare, riducendo il rischio d’insorgenza di lacerazioni spontanee e/o il ricorso all’incisione chirurgica del perineo e della parete vaginale per allargare l’orifizio vaginale (episiotomia).

    Un’adeguata preparazione perineale in gravidanza migliora la sua performance durante il parto, l’effetto benefico si riflette anche su quella che viene definita salute pelvi-perineale.

    Dolore pelvico in gravidanza

    Entro le prime sei settimane dopo il parto può succedere che la donna lamenti delle fughe urinarie o una ridotta sensibilità della percezione muscolare, ma se questi fastidi si protraggono nel tempo possono essere la spia di una possibile disfunzione del pavimento pelvico. È consigliato a tutte le donne che hanno partorito una valutazione del pavimento pelvico dopo il parto per determinarne lo stato di salute ed eventualmente consigliare l’esecuzione di un trattamento riabilitativo per correggere l’eventuale disfunzione.

    Come rinforzare il pavimento pelvico?

    A seguito della grande importanza che assume al momento del parto, il pavimento pelvico è un argomento che viene abitualmente trattato durante i corsi di accompagnamento alla nascita di gruppo o individuali. In questi incontri se ne descrive l’anatomia e il ruolo; si spiega cosa succede durante la gravidanza, approfondendo la risposta che questa struttura dovrebbe avere al momento del parto; si affrontano le problematiche che possono insorgere qualora i muscoli non siano sufficientemente tonici, provando insieme degli esercizi che possono aiutare a mantenere la sua tonicità.

    Come esercitare il pavimento pelvico in gravidanza? Per quanto tempo?

    Gli esercizi di rinforzo del pavimento pelvico, anche conosciuti come “Esercizi di Kegel”, sono molto utili per migliorare la resistenza e la tonicità dei muscoli pelvici al fine di prevenire le disfunzioni a carico del pavimento pelvico e ad acquisire maggior controllo dei muscoli perineali in preparazione al parto.

    Si tratta di ripetere semplici contrazioni volontarie dei muscoli del pavimento pelvico che possono essere eseguite comodamente a casa e in qualsiasi momento della giornata; l’importante è essere costanti nel praticarli. Per ottenere il massimo beneficio, questi esercizi andrebbero eseguiti 2/3 volte al giorno a partire dalla 20 ma settimana di gestazione.

    Presso l’Ospedale San Giuseppe, all’interno dei Corsi di accompagnamento alla nascita viene dedicato un incontro per conoscere, capire e allenare il perineo.

    Quando è necessario eseguire una valutazione del pavimento pelvico?

    Dopo il parto è buona norma eseguire un controllo al fine di individuare e prevenire le disfunzioni di tale struttura muscolare.

    Qualora esistesse un’alterazione muscolare, sarà il professionista a consigliare un’eventuale riabilitazione del pavimento pelvico.

    Come si esegue la riabilitazione del pavimento pelvico?

    Esistono divere tipologie di riabilitazione del pavimento pelvico:

    • Elettrostimolazione
    • Chinesiterapia
    • Biofeedback
    • Esercizi di respirazione

    Il ciclo riabilitativo comprende una serie di sedute in sede ed esercizi a domicilio.

    Quanto tempo ci vuole per riabilitare il pavimento pelvico?

    A seguito della valutazione del pavimento pelvico, che avviene durante la prima seduta, viene programmato un piano riabilitativo specifico che mira a regredire il sintomo riferito dalla paziente.

    Generalmente i primi benefici della terapia si vedono dopo 5/6 sedute di riabilitazione , tuttavia il tempo dipende da molti fattori quali la tipologia del problema e la gravità della disfunzione.

    Riabilitazione del pavimento pelvico: quando, come e a chi rivolgersi?

    Dopo aver riconosciuto i sintomi che fungono da campanello d’allarme verso una disfunzione del pavimento pelvico, è necessario rivolgersi a un professionista del pavimento pelvico che accompagnerà la paziente lungo il percorso di cura più adatto.

    Presso l’Ospedale San Giuseppe è attivo l’Ambulatorio di riabilitazione del pavimento pelvico che si rivolge alle donne di qualsiasi fascia d’età, affette da diversi disfunzioni del pavimento pelvico (dispareunia, vestibulodia, vulvodinia,ipotonia, prolasso, ecc.) o donne in gravidanza. L’obiettivo è quello di educare e sensibilizzare le pazienti alla cura del pavimento pelvico, divenendo consapevoli del proprio corpo.

    Come si accede all’Ambulatorio di riabilitazione del pavimento pelvico MultiMedica?

    È possibile accedere all’Ambulatorio di riabilitazione del pavimento pelvico MultiMedica sia in convenzione con il SSN (mutuabile) sia privatamente o con fondi e assicurazioni.

    Per prenotazioni con il Servizio Sanitario Nazionale, contattare telefonicamente lo 02.8599481, attivo nei seguenti giorni: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 10.30 alle 13.30.

    Per prenotazioni private o con fondi e assicurazioni, è possibile

    • contattare telefonicamente lo  02 99961999, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00 – sabato dalle 8.00 alle 12.00
    • prenotare online nell’area personale MyMultiMedica

    Non rischiare di perdere le notizie più importanti sul Punto Nascita, rimani aggiornato.